Gotcha! Girl: Yume

*post in italiano dopo quello inglese

Many things happened since August: some concerning my private life, others my job.

Soon I will reveal everything: but all in good time.

I want to start from August when I came back to Italy to spend a few weeks on vacation and see the family.

When I left Berlin, I was tired and stressed.

2017 was hard: moving to another country, learning a new language, keep on developing my personal projects and working as a freelancer, required lots of energy and willpower!

When I left for Italy I wanted to disconnect completely from my routine: in the suitcase I put my sketchbook and the intention to stay away from any electronic device for three weeks.

No social networking.

After few days, I realized how much time and energy I was usual spending on them, often pushing into the background more important goals (such as my Gotcha project!)

I understood how much pressure to perform I had, and being able to free myself from the Like and Followers fever has been like taking off from my stomach a huge weight.

Having said this, I am ready to come back to the Social world, but with a very different mood.

From now on I will probably reduce my social activity, to dedicate more time to my creative activities.

Speaking of which, here we are at the leading news: Yume, my new illustration for the Gotcha series!

Yume in Japanese means dream.

I've always been a great dreamer and a fervent supporter of the motto "if you can dream it you can do it."

But there was a time in my life where I no longer believed in anything, and I had lost confidence in myself.

This illustration is dedicated to the rediscovered ability to dream and to believe.

But style cannot be put on one side ;)

Yume wears a gorgeous Temperley London dress from the 2017 Autumn collection.

I will continue to publish WIP updates on my Instagram, so keep following me

xo

Son successe molte cose da Agosto: alcune riguardanti la mia vita privata, altre la sfera lavorativa.

Pian piano vi svelerò tutto quanto: ma ogni cosa a suo tempo.

Voglio iniziare proprio da Agosto, quando sono tornata in Italia per trascorrere qualche settimana di vacanza e rivedere la famiglia.

Alla partenza da Berlino ero stanca e stressata.

Il 2017 è stato un anno molto faticoso: trasferirsi in un'altra nazione, imparare una nuova lingua e continuare a sviluppare i progetti personali lavorando come freelance, ha richiesto non poche energie e forza di volontà!

Quando sono partita per l'Italia ho voluto staccare del tutto: in valigia ho messo il mio sketchbook e l'intenzione di tenere ogni apparecchiatura elettronica spenta per tre settimane.

Niente social networking.

Così facendo mi sono resa conto di quanto tempo ed energie utilizzassi a questo scopo, tralasciando spesso (ahimè) obiettivi più importanti come, ad esempio, il disegno e lo sviluppo del mio progetto Gotcha!

Mi sono resa conto quanta “ansia da prestazione” avessi accumulato e liberarmi dalla febbre dei Like e dei Follower è stato come togliersi un peso dallo stomaco.

Detto questo, oggi sono pronta a tornare nel mondo Social, ma con tutt'altro spirito.

Ho deciso, d'ora in poi, di ridurre la mia attività social, per dedicare più tempo alla creazione e alla progettazione.

Quindi meno post, ma più “sostanziosi”.

A tal proposito, eccoci giunti alla notizia principale: Yume, ovvero la mia nuova illustrazione per la serie Gotcha!

Yume in giapponese significa sogno.

Sono sempre stata una gran sognatrice e una fervente sostenitrice del “se puoi sognarlo puoi realizzarlo”.

C'è stato un periodo della mia vita in cui non credevo più in nulla, e avevo perso la fiducia nelle mie possibilità

Ho voluto dedicare questa illustrazione alla ritrovata capacità di sognare e di credere in se stessi.

Lo stile però non può mancare ;)

Yumi indossa un meraviglioso abito di Temperley London della collezione Autunno 2017.

Continuerò a pubblicare aggiornamenti dal mio studio su Instagram, perciò continuate a seguirmi

xo


Sketchary! - Fabulous in tulle

A promise is a promise, so here I am, with the brand new (fashion) column: Sketchary!

The purpose of this new weekly appointment is to peek through the pages of my sketchbook, where I am free to express myself with no limits, and where my best ideas arise.

Ok, even those less smart!

I love sharing these drawings because they are spontaneous and intimate: they tell Manuela's, the fashion illustrator, dreams and aspirations. When I am in admiration of some unique creations, it's like to travel through a parallel universe.

A perfect example?
The wonderful Christian Siriano's dress that you see at the beginning of this post.
After all, being a student under Vivienne Westwood and Alexander McQueen is not for everyone, and you can see the results. ;)


Ogni promessa è debito, così eccomi qui puntuale con la nuovissima rubrica: Sketchary!

Il proposito di questo appuntamento settimanale è quello di sbirciare tra le pagine del mio sketchbook, luogo di libertà di espressione e dove nascono le mie migliori idee.

ok, anche quelle meno brillanti!

Amo condividere questi disegni perchè spontanei e intimi: raccontano sogni e aspirazioni di Manuela, l'illustratrice di moda. Per me è come viaggiare attraverso mondi paralleli quando ammiro certe creazioni.

Un perfetto esempio?
Il meraviglioso abito di Christian Siriano che vedete all'inizio di questo post.
Dopotutto, fare la “gavetta” da Vivienne Westwood e Alexander McQueen non è per tutti e i risultati si vedono. ;)

xo